«Droga, il porto di Genova ha preso il posto di Gioia Tauro»

Lo ha detto il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi durante la conferenza stampa di presentazione dell’operazione della Guardia di finanza “Neve genovese”.

Genova – «Il porto di Genova, assieme a quello di Livorno, è diventato il nuovo crocevia dei traffici illeciti internazionali». Lo ha detto il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi durante la conferenza stampa di presentazione dell’operazione della Guardia di finanza “Neve genovese” che ha portato al sequestro di oltre 2 tonnellate di cocaina pura per un valore di mezzo miliardo di euro. «Il porto di Genova – ha concluso – ha preso il posto di quello di Gioia Tauro».

2019-02-05T13:22:02+00:00February 5th, 2019|